mercoledì 11 novembre 2015

Liberiamoci dal Karma



"La liberazione degli antenati" 30 cm di diametro. Acrilico su cartone telato. Un mandala nero, un colore che uso veramente pochissimo, tanto che non mi sembra nemmeno opera mia.
Ma è nato così il mio Mandala Diksha per la liberazione dal Karma. Il nero si è presentato come ispirazione e io l'ho messo sulla tela.

Secondo la tradizione indiana ci portiamo dietro molte cose non solo dalle nostre vite passate, ma anche dal passato della nostra famiglia (genitori, nonni, bisnonni e indietro nel tempo...)
Anche la moderna psicanalisi occidentale è d'accordo nell'affermare che traumi, malattie, dolori, violenze subite o perpetrate dai nostri avi possono avere un riscontro nella nostra vita di oggi.
Mi viene in mente un esperimento sociale messo in atto con un gruppo di scimmie. Queste scimmie vivevano in cattività e un giorno è stata posta nella gabbia una scala che conduceva ad una ciotola di cibo collegata ad un idrante. Le scimmie imparararono presto che se si avvicinavano a quel cibo l'idrante spruzzava acqua gelida, cominciarono ad averne paura e ad insegnare ai piccoli che "lì non si tocca" urlando e strattonando chi si avvicinava alla scala.
Dopo qualche tempo le scimmie della prima generazione non c'erano più, sostituite da figli e nipoti. L'idrante venne tolto e la scala col cibo mantenuta.
Ma la paura e l'insegnamento degli avi erano così forti che nessuna scimmia si avvicinava alla scala col cibo. Anche se non c'era più pericolo.
Anche se nessuna di quelle scimmie aveva fatto esperienza diretta dell'acqua gelida dell'idrante.

Nessun commento: