venerdì 20 novembre 2015

Meditazione mandala, la meditazione per tutti


Molti sono attratti dalla possibilità di raggiungere la pace mentale, il silenzio, il "relax".
Nel mondo di oggi è una meta che pare irraggiungibile.

Eppure ci sono tantissime tecniche di yoga e meditazione, dall'India al Giappone se ne conoscono centinaia.

Siediti e respira.

Ecco una delle più semplici.
Che semplice per l'uomo occidentale non è affatto!

Siediti e respira.

Si ma cosa faccio? Cosa penso?
Devo rilassarmi! No ma non riesco! Come si fa? Ah già già devo osservare il respiro... Ma che faccio conto le inspirazioni? Le allungo.
Rilasso... Cazzo, la bolletta ieri mi son dimenticata!
E i soldi sul conto stan finendo... E il 15 devo pagare il corso di inglese del piccolo... e poi... e poi... e poi...

... respira ....

Può non essere così facile.
La prima volta che ho provato a meditare mi sono alzata dopo mezz'ora molto più stressata di prima.

E allora?
Allora si può cominciare con delle meditazioni più adatte agli occidentali, che sono abituati alla cultura del "fare".
Si chiamano meditazioni pratiche.
Meditare facendo qualche cosa.
Qualcosa che aiuti concentrazione, relax, scioglimento delle tensioni, liberazione dai pensieri ricorrenti.
La meditazione mandala è un'antica pratica tibetana, praticata dai monaci ancora oggi.

Il mandala è la figura che più di tutte porta alla centratura, calma la mente, crea spazio dentro di noi, fra i nostri pensieri.
Non fatevi ingannare: disegnare (o dipingere) il mandala non è un'attività da pittori.
E' un attività che va bene per tutti, dai tre anni in su.
"Saper disegnare" non serve in questo caso, anche perchè il risultato facilmente sarà astratto.
E' molto istintiva, semplice, efficace.
E tira fuori quello che c'è dentro di voi, vi aiuta a trovarvi, a capirvi, a sentirvi nel modo giusto.
Si può facilmente imparare e praticare poi a casa, comodamente nel vostro salotto.
Se volete provarci, potete contattarmi per la vostra pratica individuale.
Oppure dare un'occhiata ai vari post in proposito, su questo blog con l'etichetta "mandala".
Il mio consiglio però è, per le prime volte, di farvi guidare.
Buona meditazione a tutti!

Meditazione mandala: per info Carla F. Castagno info@illustration-art.net
Pagina Facebook Il Laboratorio Artistico

mercoledì 11 novembre 2015

Liberiamoci dal Karma



"La liberazione degli antenati" 30 cm di diametro. Acrilico su cartone telato. Un mandala nero, un colore che uso veramente pochissimo, tanto che non mi sembra nemmeno opera mia.
Ma è nato così il mio Mandala Diksha per la liberazione dal Karma. Il nero si è presentato come ispirazione e io l'ho messo sulla tela.

Secondo la tradizione indiana ci portiamo dietro molte cose non solo dalle nostre vite passate, ma anche dal passato della nostra famiglia (genitori, nonni, bisnonni e indietro nel tempo...)
Anche la moderna psicanalisi occidentale è d'accordo nell'affermare che traumi, malattie, dolori, violenze subite o perpetrate dai nostri avi possono avere un riscontro nella nostra vita di oggi.
Mi viene in mente un esperimento sociale messo in atto con un gruppo di scimmie. Queste scimmie vivevano in cattività e un giorno è stata posta nella gabbia una scala che conduceva ad una ciotola di cibo collegata ad un idrante. Le scimmie imparararono presto che se si avvicinavano a quel cibo l'idrante spruzzava acqua gelida, cominciarono ad averne paura e ad insegnare ai piccoli che "lì non si tocca" urlando e strattonando chi si avvicinava alla scala.
Dopo qualche tempo le scimmie della prima generazione non c'erano più, sostituite da figli e nipoti. L'idrante venne tolto e la scala col cibo mantenuta.
Ma la paura e l'insegnamento degli avi erano così forti che nessuna scimmia si avvicinava alla scala col cibo. Anche se non c'era più pericolo.
Anche se nessuna di quelle scimmie aveva fatto esperienza diretta dell'acqua gelida dell'idrante.

venerdì 6 novembre 2015

Il nero, colore delle infinite possibilità


E oggi in questa giornata di sole primaverile dipingo un mandala nero, non saprei dire perchè di preciso. Vado dove l'ispirazione mi porta.

Il nero, spesso associato alla negatività e alla paura, è in realtà il colore della possibilità.
Nella sintesi cromatica additiva, se cioè parliamo di luce, il nero è assenza. Dove non c'è energia, là c'è buio totale.
Se al contrario parliamo di pigmenti, cioè di materia (sintesi sotrattiva) è la somma degli altri colori.
Quindi potenzialmente in questo colore-non-colore c'è davvero tutto, dal nulla della luce alla totalità della materia.
Il pigmento nero assorbe la luce, cerca l'energia, si carica di calore.
Se volete stare al caldo, lo sapete, basta indossare una bella maglia nera, lei prenderà il calore del sole e ve lo regalerà.
Anche se è associato al buio della notte e quindi al pericolo e alla paura, questo colore è in realtà simbolo di infinite possibilità. Nel buio l'occhio si riposa, spazia, allarga la percezione agli altri sensi.

Dove non c'è nulla, solo lì può avvenire la creazione, la nascita.
Se solo non abbiamo paura di attraversarla, l'ombra è la porta verso l'infinito.

giovedì 22 ottobre 2015

Mandala del primo chakra, abbondanza e prosperità.



Tutti i miei mandala sono dipinti durante una meditazione.
Non sono studiati preventivamente a tavolino (cosa che invece faccio sempre quando devo realizzare copertine o illustrazioni per libri).
Nascono per così dire "da soli".
Come tali vanno presi da chi ne usufruisce. Se uno dei miei mandala vi piace, vuol dire che vi sta chiamando e siete liberi di copiarlo per vostro uso privato. L'utilizzo migliore che potete farne è stamparlo e perdervi osservandolo.
I mandala sono figli dello yoga, nascono da e per la meditazione.
Sono opere con una forte centratura, in cui predomina l'equilibrio.
E questo già basterebbe.

A volte però la mente razionale vuole la sua parte, vuole capire, e allora accontentiamola!

Ogni forma, colore o simbolo ha un suo preciso significato e una valenza profonda che va ad agire direttamente nel subconscio.
Sarebbe a dire che una meditazione mandala crea un'interazione con voi su più livelli: fisico, emozionale, spirituale.
Questo accade comunque, che ne siate consci o meno.
Perciò vengono utilizzati da sempre nei luoghi di culto di tutte le religioni.

Quello che oggi vi posto è una mia versione del primo chakra.
Forse saprete che ogni chakra (centro energetico) ha un suo mandala antico indiano ben preciso. I miei sono ispirazioni, e hanno una valenza leggermente diversa.

Qui abbiamo il rosso che è il colore del fuoco, il calore, la forza, la materia.
Abbinato al rosso abbiamo il quadrato, forma legata a stabilità, equilibrio, sane fondamenta.
Il primo chakra a livello corporeo è situato alla base della colonna vertebrale, in corrispondenza della zona perianale ed è la nostra base, il punto da cui parte il nostro equilibrio.
Senza solide basi non ci si può ergere verso il cielo.
Perciò il primo chakra (il cui simbolo vedete al centro del mandala) è proprio Mooladhara, dal sancrito "moola": la radice.
L'albero cresce forte e sano se possiede robuste radici.
La stabilità e le radici sono anche concetti legati ai soldi, al successo economico, all'abbondanza materiale.
Sebbene ci sia spesso una certa confusione in merito, la spiritualità non deve essere considerata come un ostacolo alla ricchezza.

Non siamo più bravi, buoni e spirituali se siamo poveri.

Al contrario, con un sano e cospicuo successo economico possiamo realizzare noi stessi e aiutare gli altri. Perchè questa società utilizza "l'energia denaro" per andare avanti, perciò per poter realizzare tutto il nostro potenziale, dobbiamo crearci una giusta stabilità.

Quindi: se questo mandala vi piace, usatelo per meditare.
Lui lavorerà sulla stabilità, le radici, la forza, l'abbondanza e il benessere economico.
A livello fisico vi aiuterà ad equilibrare reni, vescica, intestino e la base della colonna.
Se vi interessa approfondire il significato del primo chakra: cliccate qui

Se invece il mio mandala vi ha fatto venire voglia di possederne uno personalizzato, creato su misura per voi o per un vostro caro, contattatemi e sarò felice di realizzarlo: Carla Castagno info@illustration-art.net

mercoledì 21 ottobre 2015

Mandala Diskha per donare pace

Se per caso, dico solo per caso, aveste voglia di fare per ‪Natale‬ un regalo originale, spirituale, artistico, meditativo, colorato, unico, strepitoso, fantastico, meraviglioso, megagalattico, ecologico e a km 0, pensateci già da ora: il ‪‎mandala‬ lo realizzo con le mie care manine e mi ci vuole un pochino di tempo per farlo.
Alla fine avrete fra le mani un regalo realizzato su misura per la persona che amate.
Forse non è per tutti, dato che non si tratta di un "pensierino" da pochi spiccioli, ma è un oggetto che riempie la casa di energia positiva.
E' un quadro, ma non è solo un opera artistica da appendere al muro in cerca di un'estetica migliore per il salotto.
E' un oggetto sacro da meditazione che viene dall'antica tradizione yoga. Non appartiene a nessuna religione o culto, ma porta con se l'energia del Diksha dei maestri indiani Sri Amma Bhagavan.
Osservandolo ci porta in nella dimensione meditativa della Oneness (unità), aiutando a trovare il proprio centro e rilasciare i pensieri.
Si perchè non siamo obbligati a tenere il peso di tutta la mente brulicante sempre addosso. Sciogliamo pian piano le redini e lasciamo spazio al silenzio e alla pace.

Corsi corsi corsi!!!


Corsi di pittura per tutti!
Ormai ci siamo, le iscrizioni sono aperte per le sedi di Bagnolo Piemonte(CN) e Cercenasco(TO)
Disegno e carboncino per i grandi, pittura e creatività per i piccoli, con partenza il 26 ottobre 2015.
E ancora molto altro, se qualcuno volesse saperne di più, o partecipare a una lezione di prova gratuita, non deve far altro che contattarmi.
Son qui per voi! :)

martedì 29 settembre 2015

Bagnolo, Saluzzo e Cercenasco: nuovi corsi di disegno in arrivo!!!


Eccoci! L'autunno porta con se' il nuovo calendario dei corsi di disegno e pittura del Laboratorio Artistico. Sono in via di definizione perciò dovrete pazientare ancora un pochino ma fra una manciata giorni aprirò le iscrizioni.
Se volete essere contattati, scrivetemi a info@illustration-art.net per ricevere tutte le info per i corsi di pittura, disegno, carboncino, illustrazione, mandala e creatività per bambini e adulti.
Quest'anno le sedi saranno Bagnolo Piemonte (CN) per adulti e bambini e Cercenasco (TO) per i bambini.
Ci tengo a ricordarvi che i corsi individuali a Bagnolo Piemonte e a Saluzzo invece sono sempre attivi, contattatemi!

martedì 8 settembre 2015

La pietra e l'acqua


Il Laboratorio Artistico il 18-19-20 settembre sarà presente alla Fiera della Pietra di Bagnolo P.te CN.
La fiera intende promuovere tutte le attività che ruotano intorno alla pietra di Luserna, dalla sua estrazione ai tantissimi usi che se ne posso fare, fra cui quello artistico.
E' stato così proposto ad alcuni artisti del territorio (fra cui io) di intervenire direttamente nei giorni di fiera per creare delle opere dipinte su pietra che avranno come tema "La pietra e l'acqua".
Nell'ambito del tema scelto per l'anno 2015 ad ogni pittore è stato dato uno spunto, un'ispirazione fornita da un "titolo" (la lavorazione e i macchinari, il mio) e un paio di foto, per fare in modo che alla fine della manifestazione tutte le opere insieme raccontino una storia.
Perciò se volete venirmi a trovare, sarò presente con colori e pennelli!

mercoledì 24 giugno 2015

Il Mandala Diksha da colorare.


Ecco per voi il mio primo Mandala Diksha da colorare. Se non avete mai fatto una meditazione mandala vi consiglio di leggervi il mio vecchio post cliccando QUI.
Se proponete questa pratica ad un bambino non preoccupatevi di spiegargli come si fa. Lo sa. Dategli solo il foglio e i colori e vedrete nascere la meraviglia. I piccoli amano il mandala e ne sono naturalmente attratti. Non hanno bisogno di parole. ;)
Questo si chiama "Il giardino dei fiori di loto" e contiene in sè alcuni simboli molto potenti.
Niente è per caso in un mandala.
Il "Loto dai mille petali" è raffigurato al centro e ai lati visto di profilo. Il Loto centrale simboleggia l'illuminazione, la crescita della coscienza, l'apertura. Intorno ci sono altri fiori di loto, tutti raffigurati con 7 petali. Il numero 7 è numero sacro in India come nella nostra Bibbia. Riporto una bella frase detta dal nostro prete di paese poco tempo fa "Quando Gesù dice 7 non vuol veramente dire 7, è un numero che non è un numero, indica l'infinito. ".

Allora Pietro gli si avvicinò e gli disse: «Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette.

C'è anche il numero 4 che si snoda intorno ai 4 punti cardinali di questo mandala. Il 4, come il quadrato, è simbolo di stabilità, di equilibrio.

Ovviamente la meditazione funzionerà anche senza sapere tutte queste nozioni, perchè se la mente è curiosa, il cuore sa percepire senza bisogno di niente. Ed è questo il motivo per cui non è necessario dare spiegazioni ai bambini.
Se volete farne esperienza in maniera più coinvolgente vi consiglio di aprire Youtube, digitare Moolamantra e tenere in sottofondo queste musiche rilassanti e sacre.
Dato che questo è un Mandala Diksha, realizzato appositamente per veicolare l'energia del Diksha dei maestri indiani Sri Amma Bhagavan (che è di fatto un'energia universale per la dissoluzione della sofferenza e il risveglio della coscienza) si abbina bene con questo Mantra che è nato nella stessa scuola per il medesimo scopo.
Buona Pratica!

giovedì 11 giugno 2015

Ma cos'è un Mandala Diksha?


“La parola Mandala deriva dal sanscrito e ha diversi significati, ma può venir comunemente tradotta come cerchio sacro.
Si tratta di una figura equilibrata e stabile, che viene realizzata a partire dalle forme fondamentali: il punto o centro, il cerchio, il quadrato e il triangolo.
La pratica dona rilassamento e alla lunga aiuta ad allontanare le patologie psicofisiche legate allo stress della vita moderna.”

Cos'è il Diksha?
Il Diksha (in sancrito "benedizione") è un'energia universale positiva che viene di solito veicolata attraverso il contatto delle mani. I maestri indiani viventi Amma e Bhagavan, diffondono l'energia del Diksha per aiutare le persone nel loro cammino spirituale, verso una vita più autentica e serena, libera dalla sofferenza.

A cosa serve il Mandala-Diksha?
Può avere diversi utilizzi. Un mandala-diksha viene realizzato su misura per la persona che ne fa richiesta ed è in grado di diffondere il diksha. Appeso al muro sprigiona l’energia del diksha direttamente nell’ambiente, purificandolo e benedicendolo. Può essere utilizzato come base per la meditazione: osservandolo e lasciandosi rapire dalla geometria e dai colori dell’opera. E’ anche possibile un uso pratico del mandala, nel quale chi richiede il mandala viene coinvolto nella realizzazione dello stesso. In questo caso viene fornito un mandala in bianco e nero, da colorare, in cui la pratica meditativa consiste proprio nel sedersi e lavorare voi stessi al mandala.

Come viene realizzato?
La persona che richiede il mandala viene direttamente coinvolta nella realizzazione. Desidero creare un contatto, che può essere di persona oppure via telefono o internet in caso di lontananza fisica, sapere perchè ha bisogno del Mandala e come intende utilizzarlo per realizzare esattamente quello di cui c’è bisogno per ogni singolo caso. Ogni opera è diversa e viene sempre realizzata attraverso una specifica meditazione.

Quanto costa?
La realizzazione di un mandala richiede alcune ore di lavoro e del materiale, ha perciò un costo che verrà fissato in base alla tipologia di Mandala e alle dimensioni.

Chi lo realizza?
Io, Carla Castagno, sono illustratrice di libri per bambini e insegnante di pittura e disegno. Appassionata di yoga e diksha giver Oneness dal 2012. Ho unito la mia professionalità di illustratrice col grande dono che la Oneness mi ha fatto per diffondere luce e risveglio attraverso le mie opere. Perciò nel gennaio del 2015 ho deciso di partire per l'India per seguire un corso alla Oneness University e approfondire questo tipo di esperienza.

Per info contattatemi via Facebook tramite la mia pagina "il Laboratorio Artistico" oppure via email: info@illustration-art.net

mercoledì 10 giugno 2015

Mandala Diksha


Ed è di nuovo Mandala!
Oltre alle illustrazioni per bambini e alle lezioni di disegno la passione per lo yoga mi ha portata fino al Mandala.
Ho già parlato di questa forma di arte e meditazione in questo blog, e oggi ne approfitto per condividere con voi gli ultimi nati al Laboratorio Artistico.
Realizzati su commissione, sono dipinti in acrilico su legno e MDS (medium density).
La peculiarità di questi quadri è che non sono semplici dipinti, sono realizzati durante la pratica della meditazione, il risultato di anni di passione per la ricerca spirituale e lo yoga. In particolare questa serie, che ho chiamato "Mandala Diksha" sono fatti per emanare la particolare energia del Diksha dei miei maestri indiani (eh lo ricordate che sono stata in India?) Sri Amma Bhagavan.
Questi maestri insegnano appunto, attraverso la pratica, a lavorare con questa energia positiva universale, che loro chiamano appunto Diksha (parola sanscrita che significa "benedizione").
In genere questa energia si trasmette tramite contatto delle mani, o con gli occhi, ma alcune persone possono avere il dono di trasmetterla in altro modo, con la musica ad esempio.
Per quanto mi riguarda ho lavorato su me stessa per dare questa energia ai miei mandala. E spero davvero di esserci riuscita! Aspetto le vostre condivisioni: che sensazioni vi danno queste opere? Fatemi sapere! :D


giovedì 14 maggio 2015

Dinosauri...


Ormai è sdoganato fra gli artisti.
Finire i disegni dei figli o farsi finire i disegni dai figli, il risultato è sempre straordinario. Perchè l'artista avrà la tecnica ma nessuno ha la creatività di un bambino!
Così ci ho provato anch'io e non immaginavo certo che sarebbe stato così emozionante. Giuro che erano secoli che non mi divertivo così colorando un disegno. E mai disegno mi è sembrato più bello di questo!
Ora non resta che sentire cosa ne dice Fede (5 anni all'epoca della creazione dell'opera, ora quasi 6...) e vedere se mi concede i diritti per farne degli altri!
No perchè io mi sono divertita proprio tanto!!! :D

venerdì 24 aprile 2015

#‎lezionididisegnogratis‬ 21 I capelli


Anche per questa parte del corpo valgono le indicazioni date per bocca e occhi, si possono fare studi separati di ogni singolo particolare, da foto come dal vivo (meglio dal vivo!) così da avere un bel bagaglio di conoscenze e capacità quando si deve affrontare un'opera.
Buon divertimento!

venerdì 3 aprile 2015

#‎lezionididisegnogratis‬ 20 Gli occhi


Lo sguardo è l'anima del ritratto, proprio non si può sbagliare questo elemento.
Ho visto molte volte visi disegnati con mille dettagli, sfumature ed effetti speciali rovinati da irreparabili occhi storti.
Questo perchè è necessario fare una corretta costruzione di tutti gli elementi principali prima di passare ai particolari.
Perciò portiamo pazienza e facciamo qualche leggera riga di costruzione in più prima di andare a divertirci con ciglia, ombre e righine sull'iride...
Osserviamo con grande attenzione i 4 punti principali, che siano allineati e coerenti con la forma del viso, e le linee che delimitano i due ovali e i tondi di iride e pupilla.
Ne vale la pena!
Buon divertimento :)

lunedì 30 marzo 2015

#‎lezionididisegnogratis‬ 19 Disegnare la bocca


Molti vanno in crisi quando, apprestandosi a fare un ritratto, arrivano alla bocca soprattutto se i denti sono visibili.
Il mio consiglio è: studiatela prima di cimentarvi col ritratto della vostra ragazza da regalare a San Valentino!
Se date un occhiata ai codici da Vinci, oltre alle rivelazioni scottanti su chissà quale segreto religioso recondito, potrete trovare pagine e pagine di bocche, e poi nasi, e ancora menti, profili di anziani e così via...
Piccoli studi che aiutano l'artista a prendere confidenza con un precisa parte del corpo in tutte le sue varianti. Non perdete troppo tempo a realizzare ogni singolo disegno, meglio tanti piccoli schizzi e senza usare la gomma mi raccomando!
Non è un esercizio che richiede molto tempo e vi darà grandi soddisfazioni vi assicuro! :)

venerdì 20 marzo 2015

#lezionididisegnogratis 18 Espressioni del volto


Oggi facciamo un giochino.
Due cerchi e qualche linea bastano per stilizzare un volto e creare un'emozione.
Ma cosa succede se mescoliamo le carte in tavola? Occhi spalancati o strizzati? Sopracciglia inclinate e lineari oppure asimmetriche e pelose? E le labbra? Aperte? Chiuse? Con gli angoli uno su uno giù??
Se volete potete anche fare un disegno realistico ma il mio consiglio è: divertitevi e sperimentate!
Disegnini stilizzati e piccoli sono utilissimi per imparare senza stressarsi.

mercoledì 18 marzo 2015

Corso di disegno di base


Bene, è deciso: al Laboratorio Artistico di Bagnolo (prov. di Cuneo, a metà strada fra Saluzzo e Pinerolo) si aprono i nuovi corsi!
Dal 13 aprile 2015, ogni lunedi sera alle 21 si imparerà a disegnare.
Si parte dallo schizzo e dal disegno dal vero di nature morte per avvicinarsi poi al ritratto e allo studio del corpo umano.
Le lezioni sono pensate per adulti e ragazzi e sono aperte a tutti, non è necessario avere delle capacità particolari perchè le tecniche che propongo posso essere applicate a qualsiasi aspirante artista! ;)
E già che ci sono vi ricordo che invece le lezioni individuali sono sempre attive, per adulti e bambini, studiate su misura per il partecipante sia come programma di studio che come orario.
Nell'ambito delle lezioni individuali si può scegliere fra disegno di base, disegno avanzato, acquerello, creatività per i più piccini, teoria del colore, illustrazione professionale e meditazione mandala.
Insomma ce n'è per tutti!!!

venerdì 13 marzo 2015

#lezionididisegnogratis 17 Colori complementari


Continuiamo a lavorare su colori e forme libere.
I complementari sono colori in forte contrasto, da abbinare, sperimentare e provare su carta.
Se non le avete ancora provate, date prima un'occhiata alle lezioni precedenti e divertitevi!!!
Buon divertimento!

venerdì 6 marzo 2015

#lezionididisegnogratis 16 Ghirigori e colore


E' il momento di unire le ‪lezioni‬ precedenti.
Lavoriamo a mano libera (letteralmente!) con i "ghirigori" (o doodles, o zentangles, o come volete voi... ) partendo da una struttura di base semplice a matita, che si cancellerà a fine lavoro.
Uniamo quindi la teoria del colore: scegliamo un colore, accostiamo liberamente le varie tonalità e stiamo a vedere cosa viene fuori.
Via libera alla ‪creatività‬!
Alla fine non mancate di osservare la vostra creazione, non tanto per decidere se vi piace o no, quanto per sentire cosa evoca dentro di voi, per capire come lavorano forme e colori a livello emotivo.
Perchè questo vi permette di fare davvero ‪arte‬.
Esercizio ancora una volta PER TUTTI, non solo per chi sente di "saper disegnare".
Buon divertimento!

venerdì 27 febbraio 2015

‪#‎lezionididisegnogratis 15 Schizzi e ghirigori


Insisto sull'importanza di liberare la mente e la mano.
Niente più di questo è importante per imparare a disegnare e a fare arte!
Quella che in USA è diventata una moda, a me ricorda molto i ghirigori che si facevano quando i telefoni erano fissi e c'era un taccuino e una penna lì vicino mentre si chiacchierava...
Gli americani li chiamano "doodles" o "zentangles".
Chiamateli come volete l'importante è divertirsi!!

venerdì 20 febbraio 2015

‪#‎lezionididisegnogratis‬ 14 Il blu


Terzo e ultimo colore primario.
Sperimentiamolo come abbiamo fatto con gli altri.
Prima lo guardiamo in natura, o fra gli oggetti creati dall'uomo, poi lo scopriamo dentro di noi e infine lo mettiamo sul nostro foglio.
Il blu ha moltissime varianti. Essendo un colore scuro si presta ad essere sfumato, mescolato e modificato più dei suo cugini chiari.
Ma cosa accade se ci immergiamo nel colore della notte?
Non resta che provarci!

venerdì 13 febbraio 2015

‪#‎lezionididisegnogratis‬ 13 Il Giallo


Si continua a parlare di ‪‎colori‬.
Ogni colore ha una sua personalità e una sua composizione fisica, fermiamoci un secondo a sperimentare cosa questo voglia dire per noi.
Certo si possono leggere trattati di teoria del colore, peraltro molto interessanti, ma niente può valere quanto l'esperienza diretta.
Perciò: entriamo nel mondo con tutti i sensi aperti, cogliamo l'essenza del colore giallo e buttiamola sulla tela senza ripensamenti! Buona arte a tutti!